Archivio per Rpm

Rilasciata la prima beta di Adobe Flash Player 10. Tante nuove funzioni, non tutte però disponibili per Linux

Posted in Generale, Gnu/Linux, News, Software with tags , , , , , , , , , , on 16, maggio, 2008 by kooala23

Adobe ha annunciato in questi giorni il rilascio della prima beta pubblica di Flash Player 10, la nuova versione del noto plugin per Web browser. La beta è disponibile per Windows, Mac OS X e Linux.
David Wadhwani, direttore generale e vice presidente della “Platform Business Unit” di Adobe, ha dichiarato: “Adobe ha lavorato a stetto contatto con la comunità, stiamo sviluppando funzioni creative all’avanguardia che saranno innovative per sviluppatori e designers, e rivoluzionarie per gli utenti finali”
Peccato però, che non tutte queste funzioni saranno disponibili nella versione Linux. Adobe Flash Player 10, (a.k.a. Astro) consente agli sviluppatori Windows e Mac di creare filtri ed effetti personalizzati da utilizzare in combinazione a quelli predefiniti. Tali filtri ed effetti possono essere creati con il toolkit Pixel Bender, e questo programma non è attualmente disponibile per Linux. Adobe ha promesso che alcune funzionalità del toolkit saranno incorporate in Adobe AIR. Continua a leggere

Annunci

gAny2DVD. Creare DVD video non è mai stato così facile

Posted in Guide, Open source, Software, Ubuntu with tags , , , , , , , , , , , , , on 15, marzo, 2008 by kooala23

I sistemi Gnu/Linux dispongono di ottimi software per la codifica e la conversione dei video in innumerevoli formati . Ho già parlato di Transcode, uno dei migliori e di WinFF, che dispone di una comoda interfaccia grafica. Con questi programmi è possibile fare un po di tutto, ma per quanto riguarda la creazione di DVD video, divisi in capitoli, da guardare sul nostro (ormai arretrato) lettore DVD da tavolo; bhe, il processo può risultare un po’ macchinoso. Chi è alle prime armi e vuole avere il meno possibile a che fare con il terminale, da oggi può contare su un ottimo programma per la conversione: gAny2DVD. Già il nome la dice lunga. “tutto a DVD”. Quest’ottima applicazione, dotata di un’intuitiva interfaccia grafica, permette di convertire tutti i formati video in MPEG2. Ma non è tutto qui, al suo interno gAny2DVD, incorpora anche un semplice tool per la fase di authoring. Continua a leggere

Ripristinare i programmi dopo una reinstallazione del sistema

Posted in Backup, Guide, Ubuntu with tags , , , , , , , , , , , , on 27, gennaio, 2008 by kooala23

È da un po’ che mi chiedevo se fosse possibile salvare una lista dei software installati, per poi ripristinarli rapidamente, in seguito ad una nuova installazione di Ubuntu. Oggi per caso, mentre leggevo un ottimo blog indiano, scritto in inglese, mi sono imbattuto in un articolo che ne spiegava la procedura. Dato che considero quest’operazione utile e molto comoda, ho deciso di riportarla qui di seguito, tradotta in italiano. Il post di Vivek, l’autore del blog, illustra sia la procedura per Debian e derivati, che quella per le distribuzioni che usano gli rpm (Fedora, Suse, Cent OS, ecc). Io ho deciso di tradurre solo quella per Debian, perché, usando Ubuntu, l’ho potuta verificare personalmente. Chi usa le altre distro può comunque seguire le indicazioni dell’articolo in inglese. Ma ora, passiamo ai fatti. La guida è divisa in due parti: la prima è da compiere prima della reinstallazione, la seconda una volta installato il nuovo sistema operativo. Ecco i comandi che dovete dare e cosa significano.

PRIMA PARTE: SALVIAMO LA LISTA DEI PROGRAMMI INSTALLATI

1) dpkg --get-selections

Questo comando ci mostra la lista dei programmi installati.

2) dpkg --get-selections > /backup/installed-software.log

Così, diciamo a dpkg, di salvare la lista nella cartella Backup. In realtà possiamo scegliere di salvarla in qualsiasi cartella del pc.

SECONDA PARTE: RECUPERIAMO I PROGRAMMI DALLA LISTA

3) sudo dpkg --set-selections < /backup/installed-software.log

Selezioniamo la lista dei programmi, precedentemente salvata.

4) sudo dselect

Ora che la lista è selezionata, basta usare dselect (per installarlo basta dare sudo apt-get install dselect), o software simili per reinstallare i programmi. Avviato dselect scegliamo l’opzione i, che è quella per l’installazione.

Insomma recuperare i nostri cari software è tanto facile quanto comodo. Un grazie speciale va a Vivek, che è la prova vivente di come Linux si stia diffondendo in tutto il mondo.

Convertire i pacchetti rpm in deb, in un batter d’occhio!

Posted in Comandi, Guide, Software with tags , , , , , , , , on 20, gennaio, 2008 by kooala23

Il mondo Linux è molto frammentato (centinaia di distribuzioni, diversi desktop environment), io però credo, che proprio questa grande varietà sia sinonimo di libertà. Le dittature e i monopoli si creano quando il potere è troppo centralizzato. Ma non è certo di politica che vi voglio parlare, semmai del fatto che, a volte, questa mancanza di una via maestra, porta a problemi di compatibilità. Nella fattispecie mi riferisco alla mancanza di uno standard per i pacchetti. Mi è capitato proprio ieri di dover installare un software molto interessante, che però era disponibile solo in rpm. Per un attimo sono rimasto come spiazzato, non tanto perché non sapessi come fare, ma piuttosto perché non mi ricordavo più, quale fosse l’applicazione per convertire da rpm a deb. Anche se raramente, mi è già successo di trovare programmi disponibili solo in pacchetti rpm. Beh, alla fine, con uno sforzo di memoria e una rapida ricerca in Synaptic, sono riuscito a ritrovare l’ancora di salvezza, per gli utenti Debian e derivati, in casi del genere: Alien. Meno male che lo conoscevo già, altrimenti l’avrei sicuramente scambiato per un gioco o qualcosa del genere. Insomma, l’ho installato e nel giro di pochi secondi avevo il mio bel pacchetto debian, del software che tanto desideravo provare. Alien è veramente utile, facile e veloce. Ecco la procedura che ho seguito:

sudo apt-get install alien

sudo alien -d pacchetto.rpm

Con quest’ottima applicazione, possiamo anche fare il procedimento inverso e varie conversioni da/a altri formati. Insomma grazie ad Alien possiamo superare i problemi di compatibilità e goderci a pieno la libertà di scelta dataci dal variegato universo delle distribuzioni Gnu/Linux.