KOffice 2.0 Alpha, ora anche per Windows

Posted in KDE, News, Open source, Software with tags , , , , , , , , on 5, luglio, 2008 by kooala23

KDE è sempre stato conosciuto come un Desktop Environment per Linux. Da un po’ di tempo, però, un team di sviluppatori sta lavorando per portare le applicazioni KDE in Windows. Il progetto che si occupa di compiere questo porting si chiama “KDE on Windows Project“, e si sta dando molto da fare. Poche settimane fa gli sviluppatori di KOffice, la famosa office suite Open Source, hanno rilasciato KOffice 2.0 Alpha per Windows, Mac e Linux. Continua a leggere

Annunci

Leonov, un client desktop per Launchpad

Posted in GNOME, Gnu/Linux, KDE, News, Software, Ubuntu, Web 2.0 with tags , , , , , , , , , , , on 4, luglio, 2008 by kooala23

Leonov è un client, che ci consente di sfruttare tutte le potenzialità di Launchpad, direttamente dal nostro desktop. Launchpad è un sito ed un servizio web, sviluppato dalla Canonical, che fornisce vari strumenti per lo sviluppo di progetti Open Source. Con Leonov, sia gli sviluppatori che gli utenti potranno accedere a Lauchpad senza aprire il proprio web browser. Il progetto è molto giovane, ed è ancora in fase di forte sviluppo, ma si può già provare. Continua a leggere

Importare le blocklist di PeerGuardian in Deluge e KTorrent

Posted in File Sharing, Gnu/Linux, Guide, Internet, Open source, Software with tags , , , , , , , , , , , , , on 3, luglio, 2008 by kooala23

PeerGuardian2 è uno dei prodotti più amati da chi utilizza le reti P2P. PeerGuardian è “un filtro IP open source pensato per bloccare indirizzi IP di alcune organizzazioni e aziende che potrebbero voler identificare gli utenti mentre usano Internet e le reti peer-to-peer”. Purtroppo non esiste una versione Gnu/Linux di questo ottimo programma. Ho già parlato di IPBlock, una valida alternativa Linux a PG2. In questi giorni però ho trovato quest’articolo che spiega come importare le blocklist di PeerGuardian in Deluge e Ktorrent. Ecco come si fa: Continua a leggere

Streamerone a pagamento, ma non per gli utenti Gnu/Linux

Posted in Audio/Video, Gnu/Linux, News, Streaming-Web tv, Web 2.0 with tags , , , , , , , , , on 2, luglio, 2008 by kooala23

Dopo la chiusura di RifletoTV, ecco un altro brutto colpo per lo streamig italiano; Streamerone è diventato a pagamento. D’ora in avanti, infatti, gli utenti potranno scaricare il software, solo dopo aver confermato il versamento di  3 euro via PayPal. Certo tre euro è una cifra davvero irrisoria, ma il fatto di dover pagare contrasta nettamente con il concetto di libertà e condivisione con cui il progetto si è presentato al pubblico. Se però si legge attentamente l’annuncio apparso sul sito di Streamerone:

Al fine di continuare lo sviluppo del software e di mantenere in vita i test della tecnologia siamo costretti a consentire il download del Client di StreamerOne da questo sito a fronte di una donazione di 3 Euro.

Chi non volesse effettuare la donazione può comunque scaricare gratuitamente StreamerOne Client da altri siti o dalle community gratuite di file sharing. Da parte nostra non esiste alcuna limitazione alla libera circolazione e condivisione gratuita di StreamerOne Client tra gli utenti.

La donazione è l’unica strada per la prosecuzione del progetto.
Coloro che ci supporteranno con la donazione saranno dei beta tester privilegiati e oltre alla nostra gratitudine potranno godere di tutta l’assistenza necessaria per sfruttare al meglio questa tecnologia.

si capisce che la contraddizione è solo apparente e che gli sviluppatori non pongono alcun limite alla condivisione gratuita del Client. Inoltre la versione Gnu/Linux si può continuare a scaricare gratuitamente dal sito del progetto. Si tratta quindi, più di una richiesta, un po’ forzata, di donazione, che di una vera e propria commercializzazione del prodotto.

Articoli correlati:

RiflettoTv, sotto sequestro della GdF, si scusa con gli utenti. Chiude il rivoluzionario portale di streaming video

StreamerOne, i canali principali della TV italiana su internet

Sopcast, guardare tutti i principali eventi sportivi in streaming. Olimpiadi ed Europei 2008 compresi

Zattoo, la migliore Internet TV anche per Linux: Rai, Mediaset e tanto altro

Salvare gli stream video con MPlayer

Xandros acquisisce Linspire… le critiche di Carmony e le risposte di Typaldos

Posted in Distribuzioni, Gnu/Linux, News with tags , , , , , , , , on 2, luglio, 2008 by kooala23

Linspire è stata acquistata da Xandros. La notizia è stata inizialmente divulgata da Kevin Carmony, ex amministratore delegato di Linspire, che nei giorni scorsi ha pubblicato, sul proprio blog, un memorandum con cui l’azienda notificava ai propri azionisti l’avvenuta vendita di Linspire a Xandros. Ieri la notizia è stata confermata da un portavoce di Xandros, ma l’annuncio ufficiale è atteso per oggi. Nel frattempo però Andreas Typaldos, CEO di Xandros, ha risposto ad alcune domande sull’argomento. Continua a leggere

LXDM un Desktop Environment leggero che integra PCMan ed Openbox. Ecco come installarlo in Ubuntu 8.04

Posted in Desktop Environment, Distribuzioni, Gnu/Linux, Guide, News, Ubuntu with tags , , , , , , , , , on 29, giugno, 2008 by kooala23

LXDE è un progetto relativamente recente, pensato per fornire agli utenti Gnu/Linux un nuovo Desktop Environment rapido e leggero. LXDE sta per Lightweight X11 Desktop Environment, ed infatti gli sviluppatori hanno puntato a minimizzare il consumo delle risorse, senza rinunciare però all’usabilità. A differenza degli altri Desktop Environment in LXDE, i vari componenti,  non sono strettamente integrati, ed ognuno di essi può essere utilizzato indipendentemente.



Continua a leggere

Rilasciato Floola 3.0, un ottima alternativa libera ad iTunes

Posted in Gnu/Linux, iPod e lettori Mp3, News, Open source, Software, Ubuntu with tags , , , , , , , , , , , on 29, giugno, 2008 by kooala23

Floola è un applicazione multi-piattaforma che permette di gestire al meglio gli iPod e i cellulari Motorola. È sicuramente una delle più valide alternative libere ad iTunes in circolazione. Floola è un applicazione stand-alone e non necessita alcuna installazione. Supporta tutte le funzioni più usate dell’iPod: podcast, playlist ed artwork. Floola converte inoltre, automaticamente, i formati audio e video incompatibili. In questi giorni è uscita la versione 3.0, che include molte interessanti caratteristiche. Quella più importante è sicuramente il supporto delle foto.

Continua a leggere