Streamerone a pagamento, ma non per gli utenti Gnu/Linux

Dopo la chiusura di RifletoTV, ecco un altro brutto colpo per lo streamig italiano; Streamerone è diventato a pagamento. D’ora in avanti, infatti, gli utenti potranno scaricare il software, solo dopo aver confermato il versamento di  3 euro via PayPal. Certo tre euro è una cifra davvero irrisoria, ma il fatto di dover pagare contrasta nettamente con il concetto di libertà e condivisione con cui il progetto si è presentato al pubblico. Se però si legge attentamente l’annuncio apparso sul sito di Streamerone:

Al fine di continuare lo sviluppo del software e di mantenere in vita i test della tecnologia siamo costretti a consentire il download del Client di StreamerOne da questo sito a fronte di una donazione di 3 Euro.

Chi non volesse effettuare la donazione può comunque scaricare gratuitamente StreamerOne Client da altri siti o dalle community gratuite di file sharing. Da parte nostra non esiste alcuna limitazione alla libera circolazione e condivisione gratuita di StreamerOne Client tra gli utenti.

La donazione è l’unica strada per la prosecuzione del progetto.
Coloro che ci supporteranno con la donazione saranno dei beta tester privilegiati e oltre alla nostra gratitudine potranno godere di tutta l’assistenza necessaria per sfruttare al meglio questa tecnologia.

si capisce che la contraddizione è solo apparente e che gli sviluppatori non pongono alcun limite alla condivisione gratuita del Client. Inoltre la versione Gnu/Linux si può continuare a scaricare gratuitamente dal sito del progetto. Si tratta quindi, più di una richiesta, un po’ forzata, di donazione, che di una vera e propria commercializzazione del prodotto.

Articoli correlati:

RiflettoTv, sotto sequestro della GdF, si scusa con gli utenti. Chiude il rivoluzionario portale di streaming video

StreamerOne, i canali principali della TV italiana su internet

Sopcast, guardare tutti i principali eventi sportivi in streaming. Olimpiadi ed Europei 2008 compresi

Zattoo, la migliore Internet TV anche per Linux: Rai, Mediaset e tanto altro

Salvare gli stream video con MPlayer

Annunci

4 Risposte to “Streamerone a pagamento, ma non per gli utenti Gnu/Linux”

  1. non è una donazione,perchè le donazioni dovrebbero essere facoltative.

    qui invece devi pagarlo un minino di 3 euro e se vuoi regargli altri soldi loro non rifiutano.

    non ho provato il software su win ma su linux posso dire,parafrasando un celebre film di paolo villaggio,che è una cagata pazzesca.

    per farlo partire devi fare un giro della madonna

    1: aprire firefox
    2:andare sul terminale e cercando la cartella far partire l’eseguibile
    3:aprire il monitor di sistema e killare i processi sh e w3m

    se tutto è andato bene su firefox dovrebbe aprirsi l’interfaccia che non carica nessun canale nemmeno se aspetti 3 ore.

    se è andato storto qualcosa devi riavviare e riprovare sperando che accada qualcosa.

    quando carica la lista clicchi sul canale e ti manda in download un file infinito che puoi aprire con vlc,ma è come se avessi una cache infinita
    che non puoi cancellare.

    questo non l’ho provato personalmente perchè a me non carica nemmeno i canali.

    non so quanto durerà questo progetto visto le premesse

  2. X Max, infatti hai ragione, il software è ancora in fase beta e non è sicuramente commercializzabile (anche se a me non ha dato tutti sti problemi). L’ “un po’ forzata” era sarcastico. L’unica cosa che ho apprezzato è il “Da parte nostra non esiste alcuna limitazione alla libera circolazione e condivisione gratuita di StreamerOne Client tra gli utenti”. Penso anch’io che su questa strada non durerà molto, soprattutto perché non credo che ci sia molta gente disposta a pagare, anche solo 3 euro, per questo servizio.

  3. Sempre e solo lamentarsi sanno certe persone, persino davanti a 3, dico tre euro…

    A me funziona e me lo tengo stretto e un bravo agli sviluppatori di stremerone il mio unico ponte con l’Italia da dove sono! Poveri sviluppatori con la mentlità dei cantinari che si aspettano tutto gratis… Ma perchè non lo sviluppano i suddetti contestatori invece di aspettarsi che qualcuno lo faccia gratuitamente?

    Uno dei grandi misteri dell’informatica moderna… Andate a lavorare valà…

  4. A me su sistema windows il programma funziona bene, specialmente la nuova versione con trasmissione H264. La qualita e nettamente migliorata e migliorera sempre di piu. Paghero i 3 euro per caricare la versione Beta 05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: