Fedora 9 “Sulphur”, tantissime novità

Ieri, a poche settimane dall’uscita di Ubuntu 8.04, è stata rilasciata Fedora 9, nome in codice Sulphur. Con questa nuova release, gli sviluppatori di Fedora hanno puntato soprattutto a migliorare l’usabilità della nota distribuzione Gnu/Linux. Le principali novità di questa versione sono: l’introduzione di PackageKit come Pakage manager predefinito, che permette di installare facilmente un po’ tutti i tipi di pacchetti (deb, rpm, ecc), una migliore integrazione di PulseAudio, come server audio e di PolicyKit, un framework per la sicurezza, che consente di gestire comodamente i privilegi, l’introduzione di un nuovo Upgrade Manager e la possibilità di creare un Live Usb dal Cd della distro.

Fedora 9, come Ubuntu Hardy, include inoltre GNOME 2.22, che già di per se apporta molte interessanti novità e Firefox 3 Beta 5, l’ultima release del noto Web Browser di casa Mozilla. Sono stati anche migliorati il Network Manager e l’installer Anaconda, soprattutto per quanto riguarda il partizionamento. Questi sono i cambiamenti principali, la lista delle features è veramente sterminata (Upstart, Network Manger, ecc), qui potete trovare il resto delle caratteristiche di Sulphur. Fedora 9 è disponibile sia nella versione GNOME, che con KDE 4 e Xfce. Per scaricarla, se avete l’ISO di una versione precedente. potete usare Jigdo, che è supportato perfettamente. Qui trovate tutti i download; come sempre vi consiglio il metodo BitTorrent, che è molto più rapido. Qui invece trovate le note di rilascio in italiano.

Articoli correlati:

A proposito di Ubuntu 8.04. Download, upgrade, novità

Aggiorniamo l’immagine di Ubuntu con Jigdo

PulseAudio, il server audio del futuro

Foresight Linux, la distro ultra-aggiornata, che integra GNOME 2.22

Annunci

5 Risposte to “Fedora 9 “Sulphur”, tantissime novità”

  1. Bella
    peccato che con la versione 2.22 di gnome ci siamo persi il gdmsetup e i gdm bisogna gestirselo a mano 😦

  2. ma solo io trovo fedora PESANTE di default? IMHO è in assoluto la distro più pesante (sempre parlando di default, ovvio che se toglo questo fermo quello e quell’altro il discorso cambia), specie durante il boot, ma anche in quanto a reattività…

  3. Premetto che ho installato e usato Fedora 7 e 8; ed era una delle mie distribuzioni preferite. “Era” perchè Fedora 9 mi ha davvero deluso!

    1. Kde 4.0.3 è inutilizzabile

    2.PackageKit permette di selezionare un solo pacchetto per volta (nella 7 e nella 8, più pacchetti per volta attraverso una intuitiva casella di spunta).

    3.PackageKit è lentissimo (nella versione 7 e 8 era più veloce)

    4.Sempre in PackageKit, a fianco dei pacchetti non c’è la descrizione del pacchetto: per cui, se sai a cosa serve lo puoi installare, ma se non sei un minimo esperto …sei nei guai (in Fedora 7 e 8 c’erano descrizioni chiare e dettagliate).

    5.Anaconda (l’installer) ha molte funzioni in più, ma la parte del partizionamento personalizzato è meno intuitiva di prima. Ho dovuto ripiegare sul partizionamento automatico.

    Va bene che Fedora è la distribuzione “sperimentale” di Red Hat …ma qui si esagera. Meglio migrare su CentOS!

  4. Veramente da queste versione 9 il boot mi sembra veramente migliorato.
    A naso mi sembra piu’ veloce di ubuntu quindi direi che e’ la seconda
    distro piu’ pesante!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: