USB ADSL Modem Manager, installare facilmente i modem USB

Ubuntu supporta alla perfezione praticamente tutti i modem ethernet, lo stesso purtroppo non si può dire per quelli USB. La maggior parte dei driver dei modem ADSL USB sono infatti proprietari e il processo d’installazione può risultare difficile, soprattutto per chi è alle prime armi. Ora però grazie a Steven Harper, un programmatore inglese, le cose stanno cambiando. Harper ha infatti sviluppato USB ADSL Modem Manager, un software che consente agli utenti Ubuntu (e derivati) di accedere facilmente alla rete con i modem ADSL USB. Purtroppo per ora l’unico modem supportato è lo Speedtouch 330 nelle sue varie versioni. Per installarlo basta scaricare da qui il pacchetto deb per la propria distribuzione. Non esiste ancora un pacchetto per Kubuntu 64-bit. Una volta installato lo trovate nel menù Applicazioni->Internet->USB ADSL Modem Manager. Nella finestra principale, selezionate la lingua italiana, mettete i dati del vostro internet account e il tipo di autenticazione. Nella sezione Vp e Vc dovete inserire quelli del vostro paese, quelli italiani dovrebbero essere rispettivamente 8 e 35. Qui comunque c’è una tavola competa dei codici dei vari stati. Per una guida all’installazione e all’utilizzo di USB ADSL Modem Manager vi rimando a questo wiki. Se avete qualche problema potete contattare direttamente il creatore, in questa sezione del forum di Ubuntu.

Annunci

7 Risposte to “USB ADSL Modem Manager, installare facilmente i modem USB”

  1. ?????????????

    non capisco bene cosa fa questo aggeggio:
    dovrebbe automatizzare tutte le operazioni che prima si facevano con usbserial e compagnia cantante?

    Allora dovrebbe in teoria poter funzionare anche con modem UMTS/HSDPA…

    Boh! Adesso controllo un po’

  2. ma cosa dici?un conto è adsl,un altro internet mobile gprs-umts-hdspa.Qui si parla di modem usb per adsl (linea fissa).Non dare fiato alla tua bocca inutilmente.

  3. Posso dire che per l’essima volta ho l’impressione che ubuntu sia ridicola? E’ se finite di leggere scoprirete che questo commento e’ costruttivo e sensato e non una trollata.

    Allora tutti dicono che ubuntu e’ la distribuzione piu’ facile per gli utenti e blablabla, ma io continuo a dire che sono tutte ciancie.

    Prima cosa: su *buntu NON esiste un tools grafico per amministrare le connessioni internet ADSL di nessun tipo (no mi dispiace kppp e gnome-ppp cagano solo dialup) e anche con modem ethernet voi ubunutuiani dovete sempre stare ad avviare la connessione da shell. Ora uscite con sto programmino che pare il miracolo divino e che finalmente ubuntu ha portato su Linux qualcosa di meraviglioso e che nessuna distribuzione ha.

    Bene facciamo un paragone a caso, opensuse.

    Su opensuse configuri la connessione ad internet da YaST, qualsiasi connessione che sia 56k, isdn, con modem umts, e anche adsl sia ethernet che usb (se supportato dal kernel). Una volta configurata la connessione o le connessioni internet da YaST si avvia una piccola applet (kinternet) che funziona sia su KDE che su gnome dalla quale ci si connette e sconnette in punta di click…

    1 click connetti
    1 click sconnetti
    e da un piccolo menu’ puoi decidere di avviare una qualsiasi connessione di quelle configurate precedentemente da YaST siano un 56k che un ADSL non ha importanza.

    La seconda cosa per cui questo programmino mi sembra ridicolo e’ il supporto solo dell’alcatel speedtouch 330.

    Questo modem possiede da tempo un driver UFFICIALE integrato nel kernel di Linux e necessita SOLO di fornire 2 filettini binari con 1 firmware per funzionare, e ce ne sono altri ufficialmente supportati come ad esmepio tutti quelli basati su chipset conexant accessrunner. E tutti questi supportati una volta collegati vengono mostrati come device pppoatm standard e quindi si confiugurano allo stesso modo, infatti da opensuse una volta collegato uno qualsiasi di questi modem e fornito il firmware che si trova normalmente sui repository di packman si effettua la stessa procedura di configurazione standard della distribuzione e non aggiungedo programmi terzi.

    Continuo a dire: ubuntu NON e’ la distro piu’ facile per utenti incapaci, ubuntu se solo diffusa perche’ fa meno domande in fase di setup e gli idioti preferiscono spegnere il cervello e fare si si si si avanti fine… ma non si rendono conto che DOPO nell’uso e’ MOOOOOLTO piu’ limitante di altri, perche’ credono che non esista di meglio e urlano all’innovazione su Linux per cazzate come questa che altre distro piu’ antiche anno da ANNI!

  4. Per quanto riguarda i modem GPRS/UMTS/HSDPA dovrebbe pensarci la prossima versione di NetworkManager:

    http://blogs.gnome.org/dcbw/2007/11/29/hot-3g-action-direct-to-your-laptop/
    http://blogs.gnome.org/dcbw/2008/03/03/find-all-the-connections-get-a-gold-star/

    Ma anche altri post sullo stesso blog.

  5. @ DI_ME
    le accuse sono simili a quelle fatte dagli M$ fan a linux, e che quasi sempre dimostrano che non sanno di che parlano

    io ad esempio non ho mai dovuto usare la shell, sia per la connessione ethernet che per la wi-fi sia con una d-link che una con scheda intel

    molta gente è convinta che se una cosa non funziona sul loro pc allora vuol dire che la distro è pessima, come se al mondo esistesse solo hardware uguale al tuo

    a me ad esempio opensuse non riesce a configurarmi quasi nulla

  6. Io ho un modem fastrate usb 100 ed ho provato opensuse 10.3, mandriva spring one 3 ubuntu 7.10 e solo mandriva lo ha riconosciuto e funzionare.

  7. No Daniela come diavolo sarebbe sprecare fiato inutilmente?

    Io ho solo fatto una domanda, non e’ sprecare fiato.

    Secondo: volevo solo dire che se un modem e’ USB e ne hai il driver poi puo’ essere collegato dove ti pare, rete fissa o rete mobile.

    Poi non so come sia scritto il programma, ma dal momento che non penso che fornisca dei driver specifici deve per forza essere un tool che aiuta nell’automatizzazione delle operazioni di installazione, installando driver e configurando device. (infatti lo speedtouch330 e’ famoso perche’ si configura traquillamente anche a mano)

    E se uno scrive un programma che in sostanza riconosce un modem usb e lo configura, perche’ non dovrebbe includere tutti quei modem GPRS/UMTS/HSDPA che funzionano tranquillamente con usbserial e che a mano si configurano con quattro righe di shell in un momento?

    Correggetemi se sbaglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: