Ripristinare i programmi dopo una reinstallazione del sistema

È da un po’ che mi chiedevo se fosse possibile salvare una lista dei software installati, per poi ripristinarli rapidamente, in seguito ad una nuova installazione di Ubuntu. Oggi per caso, mentre leggevo un ottimo blog indiano, scritto in inglese, mi sono imbattuto in un articolo che ne spiegava la procedura. Dato che considero quest’operazione utile e molto comoda, ho deciso di riportarla qui di seguito, tradotta in italiano. Il post di Vivek, l’autore del blog, illustra sia la procedura per Debian e derivati, che quella per le distribuzioni che usano gli rpm (Fedora, Suse, Cent OS, ecc). Io ho deciso di tradurre solo quella per Debian, perché, usando Ubuntu, l’ho potuta verificare personalmente. Chi usa le altre distro può comunque seguire le indicazioni dell’articolo in inglese. Ma ora, passiamo ai fatti. La guida è divisa in due parti: la prima è da compiere prima della reinstallazione, la seconda una volta installato il nuovo sistema operativo. Ecco i comandi che dovete dare e cosa significano.

PRIMA PARTE: SALVIAMO LA LISTA DEI PROGRAMMI INSTALLATI

1) dpkg --get-selections

Questo comando ci mostra la lista dei programmi installati.

2) dpkg --get-selections > /backup/installed-software.log

Così, diciamo a dpkg, di salvare la lista nella cartella Backup. In realtà possiamo scegliere di salvarla in qualsiasi cartella del pc.

SECONDA PARTE: RECUPERIAMO I PROGRAMMI DALLA LISTA

3) sudo dpkg --set-selections < /backup/installed-software.log

Selezioniamo la lista dei programmi, precedentemente salvata.

4) sudo dselect

Ora che la lista è selezionata, basta usare dselect (per installarlo basta dare sudo apt-get install dselect), o software simili per reinstallare i programmi. Avviato dselect scegliamo l’opzione i, che è quella per l’installazione.

Insomma recuperare i nostri cari software è tanto facile quanto comodo. Un grazie speciale va a Vivek, che è la prova vivente di come Linux si stia diffondendo in tutto il mondo.

Annunci

11 Risposte to “Ripristinare i programmi dopo una reinstallazione del sistema”

  1. […] sul suo sistema. Li per li mi non ho saputo rispondergli, ma questa mattina mi sono imbattuto in questo articolo molto interessante che spiega come ripristinare il sistema con gli stessi pacchetti dopo una […]

  2. […] post di ieri ho spiegato come creare una lista dei software installati, per ripristinarli in seguito ad una […]

  3. La cosa negativa dei blog, IMHO, è che c’è una enorme frammentazione delle conoscenze. Tu infatti questa cosa l’hai scoperta ora per caso (mica è una colpa, non fraintendermi!), ma è un metodo vecchio e ben noto.
    Questa è solo una considerazione da vecchio utente di USENET, non badarci… 🙂
    Ciao.

  4. Domanda: e una volta reinstallati i pacchetti, come posso ripristinare le configurazioni ?
    Da poco ho cambiato macchina e ho dovuto rifare tutto. Solo pochi programmi hanno una semplice procedura di backup/restore (vedi evolution, davvero comodo rispetto a thunderbird, anche se come client mi fa un schifo. O anche pidgin o skype, basta copiare la directory .qualcosa nella home dell’utente) altri invece quasi ripartono da zero.
    Suggerimenti ?

    Ciao 🙂

  5. Ciao Mamozzi, a dire il vero non pretendevo di presentare una tecnica nuova di zecca o praticamente sconosciuta, ma piuttosto di dare una mano a chi non la conosceva. D’altronde anche gli argomenti più semplici sarebbero difficili se nessuno ne parlasse.

    X Emanuele: per Firefox esiste Febe, che fa un backup completo di estensioni, segnalibri, ecc… Per Thunderbird invece dovrebbe andare bene MozBackup. Nei prossimi giorni comunque, ho intenzione di parlarne più approfonditamente. Ciao

  6. Ciao!
    Lungi da me il criticarti (anzi!).
    Era solo un pensiero che mi viene sempre quando trovo un nuovo blog su Linux. Una volta era tutto più semplice, tra i newsgroup e Google trovavi tutto e solo quel che ti serviva; a volte anche niente, ma qualcuno che ti dava una dritta c’era sempre, magari se ne discuteva insieme e si imparava qualcosa di nuovo tutti, sia chi aveva chiesto che chi aveva risposto. Ora invece mi capita spesso di trovare dei blog su linux che propinano delle cose allucinanti. Da qualche parte addirittura ho letto di reinstallazioni, manco fosse Windows!!!
    Certo, un “vecchio” brontolone come me quando legge “il player per i patiti della console non pensa a MOC ma a “mpg123 audio/*.mp3”, o o mp3blaster, ma non mi dispiace come scrivi e cosa proponi, quindi buon lavoro! 🙂
    Ciao.

  7. P.S: E dimenticavo che per sentire i CD usavo “jac”, e per rippare i CD usavo Jack (non il sistema audio, uno script , mi sembra in python!
    Ah, bei tempi… 🙂

  8. E se volessi reinstallare solo i pacchetti principali, cioe` quelli che quando li selezioni ti installa automaticamente le dipendenze? In questa maniera, la lista sarebbe moooolto corta e maneggiabile.
    Per kubuntu basterebbe selrzionare 3 pacchetti e installerebbe quasi tutta la distro … tipo:
    ubuntu-minimal
    ubuntu-standart
    kubuntu-desktop

    Io la prima cosa che faccio una volta installatu una ubuntu, ma lo facevo anche con debian e gentoo, e’ rendere tutti i pacchetti automatici da aptitude. Naturalmente lui mi dira’ che liberera’ 2500Mb di spazio 🙂 ma io seleziono solo quelli principali, fino ad arrivare al punto che non vuole disinstallare piu’ niente.

    Scusate eventuali errori ma sto scrivendo da un tabletpc col pennino …

    Regards
    Egon

  9. […] a 11:01 pm · Archiviato in Debian, HowTo, Linux, Ubuntu Gironzolando per la rete ho trovato questo tutorial che illustra la procedura per ripristinare, con una procedura quasi automatica, i […]

  10. @ Emanuele

    per risolvere questo problema, basta mantenere le /home in una partizione separata.
    quando si reinstalla il sistema basta creare gli utenti con lo stesso nome che avevano in precedenza e montare la partizione.
    io lo faccio sempre a mano dopo avere installato il sistema… mi fido poco degli installer, ma nulla vieta di configurare il tutto in fase di installazione in modo molto semplice

  11. zeropuntodue Says:

    di solito le configurazioni personali dei programmi sono contenuti nella home, come cartelle nascoste (in genere .nomeprogramma)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: